Agevolazioni per i giovani sui prestiti personali

 

Agevolare i giovani è una priorità nel mondo di oggi. Siamo in un epoca dove, senza una buona laurea, poche porte si possono aprire. Per questo sono stati creati questi prestiti personali studiati su misura per soddisfare anche le esigenze di tutti.


Per accedere a questo servizio si deve avere un età compresa tra i 18 ed i 35 anni. Viene comunque tenuta molto di conto la professione svolta. Non c’è bisogno di un contratto di lavoro a tempo indeterminato, ma bisogna essere in grado di dichiarare almeno 18 mesi lavorativi nei due anni antecedenti alla richiesta di un prestito. In questo modo la porta viene aperta anche agli apprendisti, agli studenti ed ai lavoratori precari. In quali casi vengono rilasciati i prestiti ai giovani? Sicuramente per le spese universitarie ed i vari corsi di specializzazione, per le esigenze personali (quali l’acquisto di una macchina, moto, una ristrutturazione o per spese sanitarie) e familiari.

Se un normale prestito personale prevede di poter essere estinto nel giro di 120 mensilità (10 anni), quello rivolto alla categoria giovani è limitata all’esatta metà del tempo, 60 mensilità.

In alcuni casi, quando la liquidità rilasciata è più alta di quella stabilita, possono prorogare le rate fino a 6 anni.
A quanto può arrivare la cifra da richiedere all’ente di credito? In linea di massima (ma anche in questo caso gli accordi cambiano a seconda di chi è l’ente a cui ci siamo rivolti) un giovane può otenere un importo che varia dai 2.000 euro ai 15.000 euro.

Comments

comments