Mutuo casa: cosa sapere sull’assicurazione e come sceglierla

Il mutuo casa non è un impegno che si può prendere con leggerezza. Proprio per questo motivo può essere necessario stipulare un’assicurazione a tutela di eventi imprevedibili come, ad esempio, incendi o esplosioni.

Assicurazione mutuo casa: come funziona

Nel momento in cui si valutano le offerte creditizie delle banche perché si sta cercando un mutuo casa per acquistare un immobile, bisogna sempre calcolare nella rata anche il costo dell’assicurazione sul mutuo che tuteli banca e cliente. Esistono pertanto delle polizze obbligatorie, una di queste è l’assicurazione Scoppio e Incendio che copre in caso di danni all’abitazione a seguito di un incendio o un’esplosione. La cifra che si otterrà sarà pari al costo della ricostruzione dell’immobile e questo permette di continuare con il processo di restituzione del mutuo senza alcuna modifica dell’importo. Ovviamente quando si stipula la polizza è bene scegliere in modo scrupoloso la compagnia di assicurazione cui affidarsi al fine di evitare spiacevoli sorprese. La banca infatti non può obbligare i propri clienti a scegliere la compagnia assicurativa cui è convenzionata, ma deve lasciarli liberi di scegliere la soluzione più conveniente. In caso di controversie esiste un ente, l’IVASS cioè l’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, che è appunto competente per queste pratiche.

Mutuo casa e assicurazione: come si calcola il premio

Il valore del premio assicurativo varia in base al valore di costruzione dell’immobile o a quello commerciale dell’abitazione, tendenzialmente più alto. Il premio dell’assicurazione può essere pagato nel momento in cui si stipula il mutuo oppure in rate mensili (andando ad aumentare le rate del mutuo). In questo secondo caso anche al premio saranno applicati i tassi di interesse.

Mutuo casa: le polizze facoltative

Esistono delle polizze facoltative che possono essere stipulate sul mutuo casa oltre alla Scoppio e Incendio. Seppur non obbligatorie, esse potrebbero essere fortemente consigliate dalla banca come garanzia e valere come incentivo perché questa accetti la richiesta di prestito del cliente. Queste polizze vanno in sostanza a coprire quegli imprevisti che impedirebbero al cliente di saldare il suo debito: tra le fattispecie più frequenti decesso, infermità o perdita di lavoro.

La stipula di queste polizze è subordinata alla presenza di alcuni requisiti.

Nel caso di assicurazione contro il rischio di perdita del lavoro ad esempio, essa potrà essere stipulata solo se si è di fronte a un contratto di lavoro a tempo indeterminato. In caso di morte, attivata a specifica polizza, l’assicurazione verserà agli eredi del defunto mutuatario la cifra che rimane da restituire, coprendola tuttavia solo per metà nel caso di mutuo casa cointestato.

 

Comments

comments